La Magia è ovunque. Proviamo a decodificarla

Buongiorno a tutti,

Benvenuti nel 2021, un anno in cui germoglieranno moltissime consapevolezze e non solo, anche molti talenti pratici e concreti, assieme a nuove opportunità in ogni campo.

Da qui a due anni, ci saranno tanti cambiamenti e oggi desidero raccontarvi quello che sto iniziando a percepire con più chiarezza in relazione a questo periodo.

Innanzitutto, una brevissima presentazione. Mi chiamo Noemi Fiorentino e da circa 5 anni mi occupo attivamente di benessere in ogni sua forma per aiutare le persone a crescere nella gioia e nella consapevolezza.

Se desideri conoscermi meglio, puoi dare un’occhiata a questa pagina: Noemi

 

Dopo il marasma del 2020, da qualche giorno ricomincio personalmente a respirare su un piano energetico. Tutto l’anno appena trascorso per me è stato prevalentemente una concentrazione sul piano materiale.

So che è stato cosi per tutti.  Esattamente, cosa ci è successo?

 

Cerchiamo di capire, innanzitutto, che la nostra energia ha una quantità, diciamo un limite. In quanto esseri umani in una condizione spazio-temporale definita, usiamo l’energia concentrandola in diversi punti.

Nel 2020, la nostra energia è stata prevalentemente concentrata sul piano materiale (sono accadute moltissime cose e ci siamo concentrati nella gestione pratica delle circostanze)

Le nostre giornate sono cambiate completamente rispetto a prima e, anche nei casi in cui non ci sia stato stravolto troppo, abbiamo risentito del movimento comunitario in cui siamo sempre immersi.

La nostra energia è stata focalizzata quindi sulla gestione concreta dei cambiamenti e questo ha spostato la crescita su un piano di esperienza diretta, senza darci modo di vedere i passi in avanti che abbiamo fatto.

Per lo più è stato il tempo del mettersi concretamente alla prova e siamo scesi in campo, affrontando la battaglia.

Il 2021 sta andando in una direzione differente.

Stiamo riappropriandoci della presa di coscienza, ma questo avverrà in modo diluito nel corso dei mesi.

Da circa due mesi sto tessendo dei Mandala in tessuto che alcuni di voi mi hanno commissionato, proprio riguardo quest’anno, e c’è un flusso in particolare che mi colpisce molto e che riesco a osservare durante il processo di tessitura.

Iniziamo, e poi ci fermiamo.
Continuiamo, e poi ci mettiamo in pausa.

 

Il nostro procedere è per ora a tratti, come quello di un bambino che sta cercando di imparare a camminare.

Noi stiamo esattamente facendo questo: imparare una nuova forma di movimento nel mondo. Quindi siamo al momento poco fluidi, perché l’abitudine deve essere appresa.

Con molta determinazione, cerchiamo comunque di vivere e di risorgere. In alcuni di noi è molto evidente la spinta alla vita, altri sono letteralmente devastati e distrutti.

Per chi si sente devastato e distrutto, propongo un’immagine per comprendere al meglio: è lo stadio del parto, dalla prospettiva della madre che dà alla luce il proprio figlio, ma ancora non ci riesce.

In questi casi, siamo identificati con questo personaggio interiore. Non ne possiamo più, spingiamo, ci sforziamo, ma niente nasce.

Intorno a noi sembra che niente possa darci pace e ristoro e ciò che possiamo fare è semplicemente attendere che questa fase dolorosa passi, ricordando però la ragione per cui ci sta accadendo: stiamo dando alla luce qualcosa di nuovo.

La madre sopravvive al dolore del parto quando sa che sta per dare vita a suo figlio. Allo stesso modo, in questo caso, dobbiamo ricordare che non si tratta di un dolore sterile. Nascerà una nuova vita.

 

Per chi si sente energico, il personaggio in cui si ritrova adesso è invece quello del bambino che sta cercando di nascere.

Anche qui è doloroso, ma il bambino non sente stanchezza, solo la spinta fortissima, irresistibile, a cambiare stato. La sua determinazione innata e istintiva lo porta a vedere la nuova luce. Lui sa  solo che prestissimo inizierà una nuova fase.

In questo caso noi semplicemente non percepiamo neanche la stanchezza, sappiamo solo che dobbiamo andare oltre. Ci è stato detto così dalla nostra coscienza e dalla natura degli eventi. Stiamo nascendo.

E vogliamo che succeda!

Quindi vedremo un anno che ci vedrà ricominciare da capo su nuovi percorsi, ma non dobbiamo vederlo come un tornare indietro, piuttosto come una seconda occasione.

Cosa non ci è mai piaciuto della vita che avevamo prima? Adesso, volenti o nolenti, andremo a sperimentare strade diverse. E, laddove vediamo che alcune cose ci sono precluse, sappiamo che quello è il modo della nostra Anima di suggerirci di andare altrove.

Il messaggio lo capiremo, perché abbiamo chiuso tutte le alternative non valide per noi. Per cui andremo verso la novità e questo non ci deve mettere paura, ci deve solo entusiasmare.

Tuttavia, le emozioni che per adesso si manifestano sono senz’altra la paura di essersi persi, di non essere più connessi con il mondo, di essere lasciati sul lastrico, di aver perso il treno della felicità.

 

Nulla di tutto ciò.

Anzi, nella giornata di oggi mi è arrivato un messaggio estremamente chiaro da integrare nel mio cuore e da condividere con voi:

Una parte di noi è ferma e isolata e un’altra no. Vola e raggiunge tutti, fermandosi di casa in casa, per creare collegamenti non visibili ma ugualmente potenti. La fratellanza e l’unione  sono presenti, non si sono disciolti con le nuove modalità di vita.

Ma soprattutto, terra e cielo sono sempre più connessi e l’essere umano non è lasciato solo.

A partire da oggi, ciò che possiamo fare è prenderci dei momenti in cui non facciamo nulla di particolare. Verrà fuori qualcosa probabilmente di spiacevole, ma noi restiamo senza fare nulla.
Vedremo come, pochi attimi dopo, giungerà per noi un prezioso messaggio che ci indicherà che siamo sulla strada giusta.

Nuove relazioni
Nuovi lavori
Nuovi modi di pensare

Benvenuti nel 2021!

Per chiunque di voi si sentisse in un periodo di difficoltà e volesse lavorare insieme a me sulla presa di coscienza di alcune dinamiche o sullo scioglimento di blocchi, può scrivermi una mail a info@noemifiorentino.com e vedremo insieme come possiamo procedere (o un messaggio Whatsapp al 347 9939965)

Con amore,

Noemi Fiorentino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.