Il segno zodiacale dell’Aquario: l’Hippy dello Zodiaco

 

Eccoci arrivati al  Segno Zodiacale dell’Acquario.

Che caratteristiche ha questo segno e che suggerimenti possiamo cogliere da lui per affrontare questo periodo dell’anno?

Innanzitutto, mi presento: sono Noemi Fiorentino e mi occupo di crescita personale, psicologica e spirituale.

Le parole che leggerete sono di Alessia Praitano, astrologa di grande talento.

Buona lettura!

Identikit dell’Aquario

Evento: Woodstock festival, 1969

Dove trovarlo: Coachella Festival

Canzone: “Imagine” e “Hotel California”

VIP: Michelle Hunziker

Simboli: l’Arcobaleno e le Stelle nel cielo più blu

Colore: Blu Notte

Motto: “Mi casa es tu casa” e “Gli altri siamo noi”

   Non potevo che scrivere questo articolo sull’Aquario se non sulle note di “Imagine” (ma anche di “Hotel California”) che accompagna questa mia domenica di “Lockdown” nuovamente in piena zona rossa durante questa lunga pandemia… vi è quindi una sorta di contrasto di valori, perché l’Aquario è il segno esplosivo della libertà un po’ anticonvenzionale ed anticonformista che non si sposa di certo con questo clima di restrizione delle nostre libertà individuali.

   Questa sua ribellione che lo caratterizza però non è contraddistinta dalla polemica fine a se stessa, anzi… l’Aquario rappresenta il grande sognatore emancipato che lotta genuinamente per realizzare un Mondo migliore nel qui ed ora, con uno sguardo utopico verso il futuro; è il segno delle idee idealizzate ed anarchiche che cerca di concretizzare nella società, colui che sostiene “you may say I am dreamer but I am not the only one” (tu potresti sostenere che io sono un sognatore, ma in realtà non sono l’unico). È, insomma, l’Hippy dello Zodiaco, pacifico, disinibito e… un grande appassionato di musica, soprattutto di musica d’autore. È quindi facile ritrovartelo proprio ad un concerto, dato che, anche se amante di tutto ciò che è all’avanguardia, è un gran nostalgico dei tempi del concerto di Woodstock.

Nonostante questa sua nostalgia per gli anni ’60-’70, l’Aquario non è una persona che vive nel passato, anzi… è davvero un grande visionario! È colui cioè che riesce a vedere il Futuro che si realizzerà, laddove gli altri invece si riducono a vedere i limiti del Presente. Ed il futuro a cui ambisce è socialmente solidale e tecnologicamente avanzato; il suo sogno è infatti quello di vivere in una società dove solidarietà e mutualità sono alla base dei rapporti sociali, in un Mondo fatto di fratellanza e di collaborazione reciproca. E proprio per i suoi ideali di condivisione genuina, l’Aquario pratica spesso lo yoga, visto come una pratica spirituale da poter vivere con l’altro.

   Nonostante questa sua attitudine al cameratismo, però, l’Aquario risulta essere un amico molto selettivo proprio in virtù di un elevatissimo ideale di amicizia: qualora infatti capisca al volo che il suo sentimento non può essere corrisposto con la stessa lealtà, non esita a prendere le distanze. E in questo si percepisce lo zampino di uno dei suoi governatori: l’esigente Saturno.

   L’altro suo governatore è invece l’esplosivo Urano, motivo per cui l’Aquario è anche un grande amante di tutto ciò che rappresenta quel cambiamento che è un progresso, quelle novità cioè che liberano dal passato a cui ci si aggrappa talvolta per un senso di sicurezza anche quando non è più utile farlo.

Questa sua attitudine fa quindi di lui un grande appassionato di tecnologia e di tecniche scientifiche all’avanguardia, che spaziano dalla fisica alla medicina… all’astronomia: quando infatti penso a questo segno, lo immagino seduto sotto un cielo stellato con il naso all’insù a vedere questi splendidi corpi celesti brillare. E l’Aquario brilla di suo! Brilla perché è molto solare.

Un’adeguata paladina di questo segno, infatti, è per me, la vivace e simpatica Michelle Hunziker, che ben rappresenta, anche fisicamente oltre che caratterialmente, il prototipo, con il suo sorriso perenne e con i suoi biondi capelli. E a proposito di capelli, solitamente l’Aquario è il tipico segno che si adorna di ciocche colorate o di pettinature estrose ed originali.

   E proprio in virtù di tale sua originalità, nella metafora Segni Zodiacali – Nazioni del Mondo, io lo associo a tutte quelle società del sud est asiatico, in cui la tecnologia regna sovrana in un modo che quasi è inimmaginabile per chi, come me, vive in un posto prettamente più tradizionale come può essere la nostra splendida Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.